Facoltà di lettere cristiane e classiche


     
una visita guidata per immagini
       


 

STUDIA LATINITATIS PROVEHENDA.

Il vero cosmopolita parla latino?
 


           intervista sul convegno al prof. don Roberto Spataro

 


 

STUDIA LATINITATIS PROVEHENDA.

 

È stato un successo il Convegno “Studia Latinitatis provehenda”, tenutosi il 7 ed 8 novembre.
Oltre trecento i partecipanti, tra docenti e studenti, provenienti da tutto il mondo. Il significato globale dell’evento, segnalato anche dai media a livello nazionale ed internazionale, è stato espresso da don Francesco Cereda, Vicario del Rettor Maggior, nel suo saluto iniziale: “Gli studi umanistici classici e cristiani, ieri come oggi, sono indispensabili per formare menti aperte nella ricerca della verità e per educare libertà orientate alla scelta del bene, i valori dell’humanitas sono garanzia di un autentico sviluppo integrale dell’uomo e della costruzione di una società più giusta”.
Durante il convegno è stato reso omaggio al Prof. Biagio Amata, il salesiano che ha retto la Facoltà per dodici anni come Preside-Decano, con la presentazione di una Miscellanea in suo onore.
Il Convegno si è svolto in collaborazione con l’Accademia Vivarium Novum che il giorno 9 novembre, in Campidoglio, ha presentato la nascita di un “Centro mondiale per gli studi sull’Umanesimo”.

foto 1
foto 2
foto 3
foto 4
foto 5
foto 6

 


STUDIA LATINITATIS PROVEHENDA.
CONVEGNO INTERNAZIONALE DELLA FLCC

In occasione del 50° anniversario della sua nascita, la Facoltà di Lettere Cristiane e Classiche organizza a Roma un convegno dal titolo:

Studia Latinitatis provehenda.
Vitalità del latino ed esperienze didattiche
”.

Avrà luogo il 7-8 Novembre 2014 (leggi il programma allegato).
Al Convegno interverranno alcuni dei migliori latinisti in tutto il mondo. Le principali relazioni saranno tenute in lingua latina.
Attività specifiche sono riservate a studenti ed insegnanti il sabato 8 novembre (cf. il programma dei laboratori).
Per informazioni e per la registrazione: convegnolatinitas@unisal.it


    Abstract degli atti del convegno:

seguici su Facebook


 


 

Lo studio del latino in Congo

Sono oramai molto numerosi gli exallievi e gli allievi della Facoltà provenienti dalla Repubblica del Congo.
Uno di loro, Paulin Tasile Akuma, ha conseguito il dottorato lo scorso lunedì 27 ottobre, difendendo la sua tesi, intitolata: “Notio hominis in quibusdam linguis indoeuropaeis. Sensus qui vocabulis subiacent.
Attraverso la ricostruzione del significato etimologico delle parole che significano “uomo”, il candidato ha elaborato un interessante schizzo antropologico. Numerosi gli ospiti che hanno assistito alla difesa, quasi tutti cittadini del Congo residenti a Roma. L’Africa si conferma un continente molto vivace dal punto di vista culturale e particolarmente sensibile allo studio delle lingue e delle culture classiche, come testimoniato dall’uscita del primo numero della “Revue africaine des études latines”.

vedi foto   1  

    Lezione di letteratura neolatina del prof. Mauro Pisini
La celebre novella “Pinocchio”, ricca di significati morali e pedagogici, è stata tradotta in latino dal noto latinista Ugo Enrico Paoli. Il professor Pisini ha magnificamente commentato un passo di questa tradizione latina, relativo alla trasformazione di Pinocchio (Pinoculus) e di Lucignolo (Stuppeleus) in asini. Gli studenti che hanno assistito a questa lezione hanno potuto verificare come il lessico e le strutture morfo-sintattiche della lingua latina, adoperati con proprietà e con una certa elaborazione retorica, esprimono anche le più sottile sfumature del pensiero e dei sentimenti di un autore.
vedi      locandina


ELETTI I RAPPRESENTANTI DEGLI STUDENTI

Il sig. Leonardo Rosa Ramos, collaboratore del prof. Sajovic nell’insegnamento della lingua latina, e don José Luiz Lima de Mendonça sono stati eletti delegati degli studenti rispettivamente al Senato Accademico e al Consiglio di Facoltà.
La loro elezione è avvenuta mercoledì 15 ottobre durante l’Assemblea degli studenti.
Abbiamo rivolto alcune domande a don José Luiz, brillante studente del III anno ad baccalauratum, brasiliano, ordinato sacerdote il 2 agosto ultimo scorso.
Come interpreta il compito affidatole dai Suoi colleghi? Intendo essere un canale di trasmissione di informazioni e sensibilità tra gli studenti ed i docenti. In particolar modo, cercherò di essere attento alle difficoltà che gli studenti possono incontrare.
Quale è, a Suo avviso, l’importanza degli studi presso la FLCC? Penetrare nel mondo antico, classico e cristiano, attraverso l’approccio ai testi letterari, consente di confrontare il nostro modo di vivere e di pensare con un altro modello e, dunque, di sviluppare un approccio critico alla nostra civiltà. Allo stesso tempo, si coglie come, attraverso i secoli, rimanga una certa immutabilità antropologica, l’uomo è fondamentalmente sempre uguale, con le sue potenzialità, le sue aspirazioni, le sue debolezze.
Vuol dare un consiglio ai Suoi colleghi studenti? Nulla dies sine linea. Lo studio, a volte arduo, richiede pazienza e perseveranza per raggiungere i risultati desiderati e, dunque, grande soddisfazione.
Vuol dare un consiglio ai Docenti? Siate generosi! Condividete la vostra scienza e la vostra umanità. Siamo pronti ad accogliere questa ricchezza di pensiero e di vita
Foto don José Luiz Lima de Mendonça, rappresentante degli studenti al Consiglio di Facoltà.

Nuovo anno accademico 2014-2015

All'inizio del nuovo anno accademico comunichiamo le modifiche apportate al file "organizzazione dei corsi" e al file "corsi istituzionali". Specificamente per gli studenti sono state inserite le norme bibliografiche e redazionali oltre all'orario delle lezioni per il I e II semestre. Il tutto è usufruibile nella colonna di destra, alle rispettive voci.
 


vai alle altre notizie in archivum  - News -
 


 
Università Pontifica  Salesiana
Facoltà di Lettere Cristiane e Classiche
Pontificium Institutum Altioris Latinitatis
Piazza Ateneo Salesiano 1 - 00139 Roma
Tel. + 39 06 872901
 contatto mail