Facoltà di lettere cristiane e classiche

 Archivum Notitiarum


CONCLUSA LA SESSIONE ESTIVA
DEGLI ESAMI

Si è conclusa il 27.06 la sessione estiva degli esami. Con soddisfazione di tutti, professori e studenti, hanno concluso i loro studi Felicien Mbonigaba, con la sua dissertazione dottorale; Epambale Didier, Lima Correia Aurelio, Knispel Mattheus, Mafuta Evariste, Parga Ivan, Schena Francesca, Topif Francisco, con la loro thesis ad licentiam; Ayala Ramón, Foyo-Moke Guy, Neves Silva Felipe, Ouedraogo Claude, Trajewski Pawel hanno ottenuto il titolo di baccalaurato: otto sacerdoti e cinque laici Tra gli studenti che hanno concluso i loro studi, alcuni sono rientrati nelle loro patrie, Brasile, Congo, Indonesia, pronti ad assumere responsabilità formative e culturali: il numero degli exallievi, che parte con un ricordo lieto della FLCC, aumenta e, con essi, si diffonde l’amore per la veterum sapientia e l’humanitas cristiana. Alcuni dei lavori degli studenti, valutati dalle commissioni esaminatrici, sono disponibili sul sito (studenti: opera exarata). Tra di essi, spiccano gli elaborati composti interamente in lingua latina.

 


 

GLI STUDENTI CONCLUDONO I LORO STUDI

Si susseguono nel corso della sessione estiva gli esami finali degli studenti per il conseguimento dei gradi accademici: baccalaureato, licenza, dottorato. Con la “difesa” della tesi si raccoglie il frutto degli studi precedenti e, come per incanto, il candidato scopre di aver raggiunto una maturità intellettuale, ottenuta proprio grazie al lavoro svolto negli anni precedenti, che gli ha permesso di acquisire competenze linguistiche, filologiche, storico-letterarie. Soprattutto coloro che, concluso il loro percorso accademico, si apprestano a rientrare in patria per assumere responsabilità nell’ambito della Chiesa e del mondo della cultura, sono tanto soddisfatti quanto emozionati. Lunedì 9 giugno, due sacerdoti, giunti a Roma nell’anno 2008, hanno difeso la loro tesi ad licentiam. Si tratta di Francisco Topit Shefry, proveniente dall’Indonesia, e di Aurelio Lima Correia, brasiliano. Il primo ha presentato un lavoro sulle fonti bibliche e l’esegesi scritturistica nel Dialogus de anima et de Resurrectione di Gregorio di Nissa. Il secondo si è cimentato, componendo il suo elaborato esclusivamente in lingua latina, con un autore poco noto ed oggetto dell’attenzione degli studiosi: Severiano di Gabala. Tra i membri della commissione che ha valutato il lavoro di padre Lima Correia figurava anche il professor Sever Voicu, studioso di fama internazionale.
La Facoltà, infatti, chiede, talvolta, la collaborazione di docenti di rinomato valore.
 Lunedì 16 accoglierà anche il prof. Antonio Nazzaro, considerato il miglior specialista al mondo su Quodvultdeus: è uno dei relatori della tesi dottorale di Felicien Mbonigaba, dedicata proprio a questo autore del V secolo. È possibile vedere le foto della difesa delle tesi svoltesi il 9 giugno scorso.
Nella sezione del sito studenti/scripta a discipulis exarata si trovano le tesi di Topit Shefry e di Lima Correia.

 

Il diario del viaggio

Le fotografie:               1     2      3     4      5     6     7


 

Una nuova pubblicazione del prof. Bologna

In concomitanza con i 550 anni della morte di Pio II, cui il lungo carme è dedicato, vede per la prima volta la luce questo lungo e articolato componimento poetico, che Giovanni Pietro Arrivabene, segretario del cardinale Francesco Gonzaga, scrisse verso la fine del 1460.
Il Poeta evidenzia con lucidità gli aspetti ecclesiali, politici e religiosi, molto sentiti e avvertiti al tempo dell’avanzata dei Turchi nella fragile e indifesa area balcanica. Pio II, consapevole dell’incombente pericolo, per frenare la minacciosa marcia dei Turchi, indice a Mantova una dieta per riunire le forze cristiane e promuovere una nuova crociata. Il Poeta, poco più che ventenne, si rende interprete ed entusiasta fautore dei nobili e santi ideali del Pontefice.
Con la pubblicazione di questo carme si recupera un personaggio ancora tutto da scoprire, che con la poesia latina seppe interpretare in maniera esemplare le ansie e le angosce del tempo. Questa edizione – come ha ben evidenziato il Prof. Manlio Sodi - offre un altro contributo per comprendere in modo più adeguato il tratto più autentico della cultura umanistica, che caratterizza il secolo XV e rimane ancora oggi un esemplare punto di riferimento, perché permeato della più pura classicità si serve della lingua latina con estrema padronanza e sensibilità.   

   Vedi locandina
  


 


   «Christus pro nobis obediens usque ad mortem factus est»
  


 

 

La Facoltà, secondo una tradizione oramai ben collaudata, organizza un viaggio di studio.
Si terrà il venerdì 16 maggio, con destinazione Sperlonga e Terracina, luoghi non molto noti, eppure ricchissimi di memorie storiche, artistiche e letterarie. Le iscrizioni si effettuano secondo le modalità indicate nell'allegato.


   Leggi le indicazioni 
  

 

 


Vai alla pagina


Il prof. Spataro, lo scorso anno, ha pubblicato brevi articoli, in lingua latina, sul quotidiano italiano “Avvenire”. Notevole è stato il successo presso i lettori. Sono molti, infatti, coloro che amano la lingua latina. Quegli articoli sono stati raccolti in un libro, pubblicato dalla casa editrice “Delta”, in collaborazione con il Centrum Latinitatis Europae.
“Hortensius” è il titolo del libro che rievoca l’opera ciceroniana perduta e che infiammò il cuore di Sant’Agostino. In questi articoli, che trattano di diversi argomenti, viene riproposta la visione sapienziale che gli antichi hanno elaborato alla luce della ragione e che la fede cristiana, nel corso dei secoli, ha raccolto come preziosa eredità. La prefazione, qui allegata, scritta in elegantissimo latino, è del prof. Luigi Miraglia, latinista di fama internazionale.


   Leggi la prefazione 
  


"Licentia ad docendum"
Giovedì 6 Marzo
 Julien Clayes Bouuaert

Uno dei momenti più importanti della vita della Facoltà è costituito dalla difesa delle tesi per il conseguimento dei gradi accademici. Giovedì 6 Marzo, Julien Clayes Bouuaert ha brillantemente conseguito la Licentia ad docendum dopo aver difeso la sua dissertazione dedicata al poema latino, intitolato Zodiacus vitae, di un autore del Rinascimento, Marcello Palingenio Stellato.
 I membri della commissione hanno espresso una valutazione lusinghiera per questa tesi scritta interamente in latino, come in latino si è svolta la difesa.
Julien, belga, giovanissimo, a 22 anni, è già uno dei dirigenti dell’Accademia Vivarium Novum, con cui la Facoltà di Lettere Cristiane e Classiche intrattiene rapporti di stretta collaborazione.
Il Segretario della Facoltà gli ha posto alcune domande:
 - Pourquoi avez-vous choisi cet auteur pour votre mémoire ?
 Parce que il est pertinent au domaine de mes études, c’est-à-dire la littérature latine humanistique.
- Qu’est-ce que vous avez appris pendant vos études à notre Faculté de Lettres ?
J’ai pu connaître la Littérature chrétienne ancienne, grecque et latine, et, par-dessus tout, j’ai appris l’importance de l’engagement et de la constance.
- Après votre Licence, quel est votre rêve ?
Je voudrais m’adonner à l’enseignement.


   Vedi foto:  1        2         3         
  



 


"Per Eratostene"
prof. Antonio Bologna

 I professori della Facoltà svolgono la loro attività di ricerca in collaborazione con istituzioni e riviste europee. Il Prof. Antonio Bologna, per esempio, ha recentemente pubblicato su “Collectanea Philologica”, in Polonia, un articolo sull’orazione “Per Eratostene”, l’avvincente racconto dell’omicidio di Eufileto da parte di Eratostene che aveva colto l’amante di sua moglie in flagrante adulterio.
Ricostruisce con acribia leggi e costumi dell’Atene del V secolo, soprattutto per ciò che riguarda la vita della famiglia.


    Leggi presentazione. 
  

<


Dies Facultatis
XXIV mensis Februarii


Quomodo te habes? Bene, gratias!” (Come stai? Bene, grazie!). “Bene sapias” (Buon appetito). “Mihi liceat vobis nonnulla dicere de magistris qui lectionem habebunt” (Permettetemi di presentarvi brevemente i professori che ci terranno lezione). Con queste e simili espressioni in lingua latina, studenti e professori della Facoltà di Lettere Cristiane Classiche hanno dialogato tra loro usando l’idioma di Cicerone e di Agostino, lunedì 24 febbraio, in occasione del Dies Facultatis con il quale è stato dato avvio alle celebrazioni del cinquantesimo anniversario della nascita del Pontificium Institutum Altioris Latinitatis, voluto dal Papa Paolo VI ed affidato ai Salesiani, da sempre cultori della cultura classica.
    Leggi tutto. 
   Una carrellata di immagini.




 

Professor Ferrero, Lei insegna, già da anni, lingua e cultura latina all’Università delle Lingue straniere di Pechino (Foreign Studies University). Per quale motivo ci sono giovani cinesi che si dedicano con entusiasmo a questi studi?

 

Leggi l'intervista.

 




 

Il 24 Febbraio la Facoltà organizza il suo Dies Facultatis, a pochi giorni dal "compleanno", il 22 Febbraio, dal momento che essa nacque con il Motu proprio del Papa Paolo VI "Studia Latinitatis" del 1964.
 Il Dies Facultatis è un momento di formazione per studenti e docenti, e di amicizia tra i membri della Facoltà. Il programma prevede una relazione del prof. Turek, scrittore latino della Segreteria di Stato, sul valore degli studi umanistici e la presentazione di un libro, recentemente edito, che raccoglie i contributi scientifici del prof. Pavanetto, insigne latinista e professore emerito della Facoltà. Dopo la Santa Messa, studenti e docenti condivideranno un sobrium sed iucundum convivium perché la lingua adoperata durante il Dies sarà il latino!

 

 In allegato il programma.

 



Liceo "Villa Sora": valore degli studi umanistici

La Facoltà intrattiene rapporti di collaborazione con alcuni Licei italiani.
Il 5 Febbraio, il prof. Roberto Spataro si è recato a Frascati, presso il prestigioso Liceo "Villa Sora", diretto dai Salesiani. Nell'ambito dell'iniziativa "classi aperte" ha tenuto una conversazione con gli studenti del I e II Liceo Classico sul valore degli studi umanistici e dell'apprendimento del latino e del greco. Gli studenti hanno partecipato con molto interesse.


In allegato le slides proiettate dal prof. Spataro.


CORSI DI LINGUE

 Dopo la felice e fruttuosa esperienza dei corsi di lingue (italiano, francese, spagnolo, inglese e tedesco) attuati nel primo semestre, sono aperte le iscrizioni per il secondo semestre.
Appuntamento per tutti il 25 febbraio alle ore 14 per il test e per l’inizio dei corsi.
È possibile prenotarsi in Segreteria Generale.
 

 




 

La Vita di S. Helia, un’agiografia tardoantica di incerta provenienza, è un testo sorprendente e praticamente sconosciuto, di cui questo volume rappresenta la prima edizione critica con traduzione inglese, introduzione e commento. Scritta prevalentemente in forma di dialogo, la Vita riporta una lunga e polemica discussione concernente i meriti della verginità e del matrimonio fra una giovane di nome Helia e sua madre. A tale discussione seguono poi un dialogo fra Helia ed un vescovo e un dibattito fra Helia ed un giudice. Le tesi pro e contro la verginità si fondano su passi biblici, ed il testo è notevole per la sua densità scritturistica e creatività esegetica. La narrazione drammatica che contiene il dialogo sembra essere stata ispirata dagli Atti di Paolo e Thecla, mentre i discorsi suggeriscono una familiarità con le difese della verginità che troviamo in Ambrogio e Girolamo. Dal momento che la Vita si è conservata in due soli manoscritti medievali, entrambi provenienti dal nord della Spagna, si ritiene possibile un contesto priscillianista per la composizione di quest’opera.




 

NUOVA RISTAMPA
DEL DIZIONARIO DI OMILETICA

 

Al seguito di quanto si legge nella Evangelii Gaudium circa l’omelia e la predicazione, torna di grande attualità il Dizionario di Omiletica con il suo prezioso e articolato contenuto. Per gli studiosi di letteratura cristiana questa terza ristampa dell’opera offre un insieme di materiali che toccano in particolare la predicazione al tempo dei Padri della Chiesa.
Nelle 398 voci il lettore può trovare abbondanti prospettive circa la storia della predicazione nell’arco di due millenni.



Leggi la Presentazione nella nuova versione
 



Da nobis, Domine, Filii tui nativitatem laeta devotione colentibus,
huius arcana mysterii et plena fide cognoscere,
 et pleniore caritatis ardore diligere.

La Facoltà augura a tutti Sante Feste natalizie e un buon anno 2014


CANTI LATINI IN CINA

Cari amici per informazione e condivisione il resoconto del nostro spettacolo latino del 24-11-2013 a Pechino.
                                                                                                    cordialmente Michele Ferrero

 Programma in allegato IN ITALIANO.....
 ............................................IN ENGLISH.....


Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia
“S. Giovanni Evangelista”

Istituto Siciliano di Studi Patristici e Tardoantichi
“J. H. Newman”

 Un’interessante giornata di studio quella organizzata per il prossimo 6 dicembre dalla Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia (Palermo) attorno al rapporto tra i cristiani e la città. L’ampio programma denota i richiami e le attenzioni che sono messe al centro della riflessione. Volentieri segnaliamo nel programma l’intervento del dottorando della nostra Facoltà Andrea Sollena e quello del prof. Biagio Amata, professore emerito di Latinitas. Egli interviene su questo argomento: Inter urbem et civitatem: la politica agostiniana della grazia - Nella distinzione ciceroniana inter urbem et civitatem, ampliata da Isidoro di Siviglia (diff. I 587) nella formula: Porro oppidum ad habitantes pertinet, civitas ad leges, urbs ad utrumque, si può forse evidenziare il cammino spirituale di Agostino nel tessuto urbano d’Africa, d’Italia, dell’istituzione ecclesiastica, che permisero al suo pensiero di riflettere sulla politeia pagana, la oikonomia cristiana e l’approdo alla gloriosissimam civitatem Dei, trionfo ideale della philanthropia divina della gratia.

 .....Programma in allegato.....


Giornata dei curricoli
"San Leone Magno: attualita' di un pontificato"
13 novembre 2013

 .....Programma in allegato.....

......leggi il resoconto del fruttuoso simposio....


Due eventi speciali

  • Venerdì 8 novembre sarà presentato nella Sala Stampa vaticana il primo volume della nuova serie della rivista Latinitas. Espressione della Pontificia Academia Latinitatis, torna ad essere un periodico di alto livello culturale e quindi un invito a seguirne le pubblicazioni da parte di chiunque desideri approfondire aspetti riguardanti la cultura classica.

  • Sabato 9 novembre si terrà l’inaugurazione dell’anno accademico del Vivarium Novum. .....Programma in allegato.....

 

 



Vita di Cristina Markyate
edizione critica e traduzione di
Anna Alessandra GŁUSIUK

Cristina, eremita e poi badessa del monastero di Markyate, visse nell’Inghilterra del XII secolo. La sua vita la colloca sicuramente tra una delle più determinate e coraggiose donne della sua epoca se si prende in considerazione il concetto e il ruolo che la donna aveva nel Medioevo. Conoscerla fa ammirare la sua forza. Grazie alla sua determinazione riuscì a contraddire lo stile di vita che i suoi familiari le volevano imporre scegliendo, per volontà propria, il suo personale destino: vivere cioè una vita consacrata alla preghiera e all’ascesi nel monastero...................continua


 


Si completano i corsi estivi
di lingua italiana, latina e greca

Grande successo hanno avuto i corsi di lingua italiana, latina e greca che si sono svolti durante la calda estate romana. Venerdì 27 settembre alle ore 9,30 si svolgerà la consegna dei diplomi che suggellerà il cammino percorso e permetterà a tutti coloro che hanno raggiunto un bel traguardo di affrontare il nuovo anno accademico. Ai docenti che hanno lavorato intensamente e a tutti coloro che hanno seguito con frutto e impegno i corsi l’augurio più vivo di continuare a crescere nella cultura attraverso una conoscenza più profonda delle lingue. La Facoltà di Lettere si rallegra con tutti ed è felice di aver svolto questo servizio che si sviluppa poi durante l’anno accademico come verrà annunciato tra breve.


"Corso estivo di EBRAICO BIBLICO”

Insieme ai corsi di italiano, latino e greco, durante il mese di settembre avrà luogo il Corso Superiore di Ebraico Biblico, con il Manuale ormai classico di T.O. Lambdin.
Il corso è tenuto dal prof. Rafael Vicent, dell’Università Salesiana di Roma, e si terrà nella sede dell’Università stessa. La frequenza delle lezioni, due-tre giorni alla settimana, si stabilirà secondo un calendario in accordo con gli studenti. Coloro che sono interessati possono mettersi in contatto con il prof. Vicent tramite: vicent@unisal.it.


Echi preziosi della “Lectio origeniana”
 

Da febbraio a maggio si è svolta la XV edizione della “Lectio origeniana”. In attesa della pubblicazione del volume degli Atti, ora appare in Salesianum un prezioso articolo di Lorenzo Perrone che non solo invita a rivedere e ad apprezzare tutto il percorso delle lectiones, ma a mettersi in fervida attesa di una nuova lectio che sarà attivata tra marzo e maggio del prossimo anno.

 

 

Leggi l'articolo di Perrone

 

 

 


Latinitas Salesiana “Ad Oratorium”
 

La Famiglia Salesiana si sta preparando a celebrare il secondo centenario della nascita di san Giovanni Bosco nel 2015.
È interessante il confronto con una composizione di una Commedia in latino composta da Giovan Battista Francesia in occasione del primo centenario (1915). Il prof. Roberto Spataro ha recuperato il testo dall’Archivio e ora lo mette a disposizione con un interessante contributo apparso in Ricerche Storiche Salesiane (Rivista semestrale di Storia religiosa e civile, LAS, Roma). Il confronto con tutto il testo risulterà molto interessante per i cultori di latinitas e non solo!

 

Leggi l'articolo del prof. Spataro


 


 

Inizia il corso di lingua italiana

 

La prima parte del corso di lingua italiana si attua dal 1° al 26 luglio. Il secondo modulo sarà attivato dal 29 luglio al 30 agosto (ad eccezione della settimana di Ferragosto); il terzo momento si svolgerà tra il 2 e il 26 settembre quando saranno attivi anche i corsi di latino e greco. Ci si può iscrivere in ogni momento!

Per i moduli di iscrizione visita la pagina dedicata

 


Due nuovi volumi nella collana “Flumina ex Fontibus”

 

Freschi di stampa, appaiono in questi giorni due volumi che arricchiscono la collana della Facoltà. Il primo è del prof. Musoni della Facoltà di Teologia ma docente anche nella Facoltà di Lettere. Il secondo è una raccolta di lavori del prof. Bergamelli, grande studioso di Ignazio di Antiochia. Nel congratularsi con gli Autori la Facoltà è lieta di ospitare il frutto delle loro ricerche e si augura che l’esempio sia seguito da numerosi altri.

 ECCLESIA MATER CHEZ CYPRIEN DE CARTHAGE (FeF3)
 IGNAZIO DI ANTIOCHIA L'UOMO PROTESO VERSO L'UNITA'(FeF4)

 

I volumi della collana sono presentati nella colonna di destra in basso: cliccare sul volume prescelto.

 


Presentazione di due volumi curati dal prof. Biagio Amata

Venerdì 31 maggio alle ore 11.00 nell' Aula Magna della Facoltà Teologica di Sicilia
 S.E. MONS. SALVATORE DI CRISTINA, ARCIVESCOVO EMERITO DI MONREALE
VINCENZO MESSANA, UNIVERSITÀ DI PALERMO
MIRAN SAJOVIC, UNIVERSITÀ PONTIFICIA SALESIANA
ANDREA SOLLENA, DOCENTE DI LETTERE CLASSICHE
presentano i volumi:
Arnobio di Sicca, Difesa della vera religione contro i pagani (VCS 05)
Nicola Le Nourry - Studio introduttivo ai sette libri di Arnobio [Afro] contro i pagani (VCS 04)
curati da BIAGIO AMATA

 
Link all'invito 
 

 

Il prof. Mario Maritano proclamato “emerito”

 

L’11 giugno scorso, al compimento del 70° anno, il prof. Mario Maritano è stato insignito del titolo di professore emerito della Facoltà di Teologia. La Facoltà di Lettere cristiane e classiche si rallegra vivamente con lui e gli porge fervidi auguri per la disponibilità che ha manifestato donando vari anni del suo lavoro e competenza a questa istituzione.

        Leggi il documento del Gran Cancelliere

 


Asterix e il Vangelo: exallieve cinesi della FLCC mettono a buon frutto il loro latino.

Due exallieve cinesi della FLCC hanno di recente utilizzato il latino studiato all’UPS per due interessanti lavori, uno accademico uno commerciale. Wang Shuofeng (Sophia), che ha studiato alla FLCC nell’anno scolastico 2010-11, ha con successo difeso la tesi dottorale sulla prima traduzione completa in Cinese del Nuovo Testamento da parte cattolica, ad opera del Gesuita Louis De Poirot (in cinese:賀淸泰). La tesi, diretta dal Prof Zhang Xiping e basata su un manoscritto del 1803 mai pubblicato, presenta e analizza la traduzione in cinese della Vulgata Latina, secondo l’edizione Sisto-Clementina probabilmente usata dall’autore. Il prof Michele Ferrero, direttore di Latinitas Sinica, era nella commissione giudicante. Quan Hui (Celine), che ha studiato alla FLCC nell’anno scolastico 2007-08, ha tradotto in cinese per la New Star Press due volumi del celebre “Asterix”, il fumetto di Goscinny e Uderzo molto noto in Europa ma finora praticamente sconosciuto in Cina. In “Asterix legionario” e “Asterix gladiatore” Quan Hui si e’ trovata di fronte a battute di Cesare quali: “Alea iacta est” e “Tu quoque Brute”, nonche’ a un latino successivo, molto francese, usato da una guardia come parola d’ordine “Cogito ergo sum”. Per queste frasi, oltre che per la propria conoscenza del francese, Quan Hui e’ stata chiamata dalla case editrice a rendere i testi di Asterix in cinese, riuscendo nell’impresa disperata ma non seria di conservare l’umorismo delle battute (spesso difficili da capire per un non-Europeo).


Viaggio studio a Benevento

Grande successo ha riscosso il viaggio di studio organizzato dalla Facoltà di Lettere nella città di Benevento il 3-4 maggio. La storia che caratterizza questa città va dal tempo che precede l’arrivo dei Romani fino ai tempi moderni. Splendido l’arco romano; preziosissima la visita all’archivio diocesano con i ricchi tesori della cultura beneventana caratterizzata dalla presenza dei Longobardi; stupenda la cattedrale riaperta al culto dopo lunghi restauri. La soddisfazione generale dei partecipanti è debitrice alla grande competenza della guida, la prof. Filacchione, e al prof. Iadanza per l’accurata visita all’archivio. Per tutti i partecipanti è stata un’occasione di arricchimento culturale davvero unico.

 
Uno sguardo alle foto 
 


A Pechino un confronto sull’"Editto di Milano"

Continua con grande alacrità l’impegno del Centro di Latinitas Sinica a Pechino. Anche l’anniversario dell’Editto del 313 è stata un’occasione preziosa per riflettere sull’evento e per continuare a dialogare tra culture e situazioni storiche che hanno lasciato un segno eloquente e indelebile nel corso della storia. Degna di elogio è l’intraprendenza del Direttore del Centro il prof. Michele Ferrero cui vanno le congratulazioni della Facoltà di Lettere cristiane e classiche.

 
Leggi tutto… 
 


Modelli di cittadinanza ed esercizio del potere

Tema di stretta attualità quello che viene affrontato il prossimo 12 aprile nell’annuale convegno della Facoltà attorno al titolo “Polis e civitas christiana”. La rilettura dell’esperienza della storia è sempre una lezione preziosa per l’oggi e per il futuro. Il programma allegato evidenzia un percorso di altro interesse scientifico. Arricchisce l’evento anche la premiazione del secondo Certamen Tantucci – Scevola Mariotti. Un’occasione preziosa per cogliere il valore della latinitas nell’orizzonte culturale odierno.

 
Leggi il programma 
 

 

 


Dalla Grecia l’attenzione al latino!

Il quotidiano “Tò Vima” (“Il passo”), largamente diffuso ad Atene e in tutta la Grecia, ha pubblicato domenica 17.02 un articolo sull’uso attivo della lingua latina ai nostri giorni. Infatti, la declaratio in lingua latina con cui il Santo Padre ha annunziato il ritiro dal suo ministero ai cardinali riuniti in concistoro ha indotto non poche persone, spinte anche dalla curiosità, ad apprezzare la solennità e la bellezza della “lingua di Virgilio”, come viene definito il latino dall’autrice dell’articolo. In esso compare anche un intervento del professor Roberto Spataro, raggiunto da Irini Mitropoulou, redattrice di “Tò Vima”. Di esso forniamo una traduzione in lingua inglese.
 

Actually Italian is the most used language to speak inside the Vatican. Yet Latin is still the official language in which the most important documents of the Holy See are issued. Italian, like English or whatever current spoken language, cannot be the official language for an international Institution, such as the Catholic Church. By using a particular language for its most relevant documents, the Catholic Church would be too tied to the country and the culture of that idiom. Catholic Church needs a “over-national” language. 

 
Link all'articolo 
 


 

Nuova edizione della “Lectio Origeniana”
 

Con il patrocinio del Pontificium Institutum Altioris Latinitatis, dell’Institutum Patristicum Augustinianum e del Gruppo Italiano di Ricerca su Origene e la Tradizione Alessandrina – in collaborazione con le editrici LAS e Città Nuova – in questo 2013 si attua la XV Lectio Origeniana. La lettura pubblica delle opere origeniane, iniziata nel 1996, ha al suo attivo vari volumi di “atti” (pubblicati dalla editrice LAS) mentre continua la pubblicazione dell’Opera omnia a cura dell’editrice Città Nuova.

 

 

 
Vedi il programma delle quattro lectiones 
 


 

Alcuni “trattati” di S. Agostino in lingua slovena

Plurimos inter sermones, quos Augustinus ille apud populum habuit, et Decem Tractatus ad Primam Epistolam Beati Apostoli Ioannis enumerantur. In quibus non tantum Epistolae explanatio exhibitur, sed etiam res, quae ad fidei regulam adque vivendi modum pertinent, pertractantur. His in diebus apud domum editoriam, quae vulgo Mohorjevadružba nuncupatur, conversio horum Tractatuum, in sermonem Slovenum a v.d. Friderico Sajovic confecta, evulgata est. In libro, dicato memoriae interpretis patris fratrisque, primum conversio ipsa, deinde commentatio interpretis et postremo indices una cum bibliographia inveniuntur.

(Tra i numerosissimi Discorsi che Agostino pronunziò alla presenza dei fedeli, si annoverano anche i Dieci Trattati sulla Prima lettera di San Giovanni Apostolo. In questi trattati non solo viene presentata una spiegazione della Lettera, ma sono approfonditi anche argomenti concernenti la regola di fede e la vita morale. In questi giorni, presso la casa editrice Mohorjevadružba, è stata pubblicata una traduzione di questi Trattati in lingua slovena, ad opera di Federico (Miran) Sajovic. Nel libro, dedicato alla memoria del padre del fratello del traduttore, si trovano anzitutto la traduzione, successivamente un commento del traduttore, ed infine gli indici e la bibliografia.)

 
 


 

Etnologia e grammatica
all'Accademia Nazionale dei Lincei

 

Venerdì 11 gennaio grande evento culturale a Roma, nella sede dell'Accademia Nazionale dei Lincei (ore 17, via della Lungara 10). Viene presentato il DELT e il DEEG cui ha collaborato attivamente il prof. Remo Bracchi, ordinario di glottologia e linguistica nel Pontificium Institutum Altioris Latinitatis. Un evento da non perdere! 

 
Leggi la presentazione 
e
 l'annuncio dell'evento all'Accademia dei Lincei


 

Professori e studenti di Latinitas augurano Buone Feste
 link foto


 

"La religione a Roma"
una pubblicazione
 di Gianluca De Sanctis

Quando ci si accosta a quella che viene definita – un po’ semplificando – “religione romana”, si ha l’impressione di imbattersi in un mondo esotico, quasi selvaggio, fatto di riti, credenze e divinità che incuriosiscono e impressionano l’osservatore moderno in virtù della loro distanza culturale. Il volume racconta il mondo religioso dei Romani proprio a partire dalle sue “stranezze”; si pensi alle tecniche divinatorie, ai sacrifici, alle interdizioni cui erano soggetti alcuni sacerdoti, alla divisione giuridica dei giorni, alla sconcertante varietà dell’universo teologico.

 

 
Leggi la presentazione


 

Sursum corda, il latino torna in vita
(Famiglia Cristiana intervista il Prof. Roberto Spataro)

Quando ci si accosta a quella che viene definita – un po’ semplificando – “religione romana”, si ha l’impressione di imbattersi in un mondo esotico, quasi selvaggio, fatto di riti, credenze e divinità che incuriosiscono e impressionano l’osservatore moderno in virtù della loro distanza culturale. Il volume racconta il mondo religioso dei Romani proprio a partire dalle sue “stranezze”; si pensi alle tecniche divinatorie, ai sacrifici, alle interdizioni cui erano soggetti alcuni sacerdoti, alla divisione giuridica dei giorni, alla sconcertante varietà dell’universo teologico.
Leggi tutta l'intervista


 

Canti latini a Pechino
(Beijing Foreign Studies University)

Da “Est Europa nunc unita” di Beethoven (inno della comunita’ europea) a “Pie Iesu” di Lloyd Webber passando tra Magi e angeli: un pomeriggio di canti latini attraverso i secoli che ha riscaldato una Pechino gia’ invernale. Il 18 novembre 2012 presso la Beijing Foreign Studies University (Universita’ delle Lingue Straniere di Pechino) il centro “Latinitas Sinica” per la promozione della lingua latina in Cina ha organizzato un concerto di canti latini aperto a tutti. L’evento ha visto una grande partecipazione di pubblico, sia tra gli studenti sia tra persone interessate. Tra il pubblico anche alcuni non-Cinesi....
Leggi tutto (italiano)(english)


 

Informatica Umanistica presso la FLCC

Si è concluso presso Il Pontificium Institutum Altioris Latinitatis il primo corso di "Analisi testuale e tecnologie informatiche" nel ciclo di dottorato, suddiviso in due settimane intensive di studio e di progettazione. Nella prima settimana sono state evidenziate le problematiche relative agli ambiti inclusi nei processi informatici umanistici: semiotico, storiografico, archivistico, epigrafico, didattico. La seconda settimana ha visto nascere uno scriptorium digitale che si è cimentato con un'opera in tre libri di Cicerone: De Officiis. L'esercitazione, completa in ogni sua parte, ha prodotto un risultato elaborato con il programma Concordance 3, shareware per 30 gg. Il definitivo caricamento del lavoro sul sito della facoltà è stato effettuato dal prof. Toniolo Alessandro, proprietario della licenza d'uso del programma.  
Consulta la concordanza del De Officiis


 

Pontificia Academia Latinitatis

Questo è il titolo della nuova Accademia che Benedetto XVI ha istituito in data 10 novembre 2012. Tra le varie Accademie che caratterizzano il servizio del Pontificio Consiglio per la Cultura se ne aggiunge un’altra che ha l’obiettivo di incrementare lo studio e la conoscenza della lingua latina. Il Pontificium Institutum Altioris Latinitatis vi è particolarmente coinvolto in quanto unica Istituzione della Sede Apostolica destinata a favorire la conoscenza e lo studio della lingua e della letteratura latina, dall’epoca classica a quella moderna, in particolare presso le Istituzioni formative cattoliche;e a promuovere nei diversi ambiti l’uso del latino, come lingua sia scritta, sia parlata. La scelta della data corrisponde con la memoria liturgica di san Leone Magno: un insigne compositore di testi presenti anche oggi nella liturgia romana!  



 

 

Tra Pechino e Roma

 

I rapporti culturali tra Pechino e Roma continuano ad essere oggetto di studio e di grande interesse. Ne è stato un segno eloquente anche il Convegno che si è svolto a Castorano (Ascoli Piceno) e che ha visto l’intervento di Li Hui, studentessa della Facoltà di Lettere. Il Dictionarium e la Grammatica di Carlo Orazi da Castorano costituiscono un elemento prezioso per comprendere l’impegno che è stato profuso nella comprensione della cultura cinese da parte dei missionari cattolici tra il XVII e il XVIII secolo.      

 



 

Corso di greco moderno

Per la seconda volta si attiva il corso, non accademico, di greco moderno. L’offerta formativa è rivolta agli studenti delle Università Pontificie, ed è tenuto da un’insegnante di madrelingua. È garantita la possibilità di svolgere gli esami presso appositi centri specializzati, di partecipare a brevi viaggi di studio (Grottaferrata, comunità italo-greche del Sud Italia e di Sicilia, mostra di icone bizantine a Messina) e di usufruire di una borsa di studio per l'apprendimento del neogreco ad Atene nei mesi estivi. La durata del corso è di 36 ore in totale, a partire dal prossimo 5 novembre. Per informazioni su iscrizione (entro il 12 novembre 2012), modalità di svolgimento del corso e ulteriori dettagli, rivolgersi alla Segreteria FLCC (spataro@unisal.it) o scrivere a kalliopi_vat@yahoo.gr oppure a lucaetmarco@libero.it.


Collegio dei Docenti nella città di Pienza

Giornata impegnativa quella del 12 ottobre con il raduno dei Docenti della Facoltà nella città di Pienza. Ogni anno il Collegio dei Docenti si riunisce per predisporre quanto è necessario circa il buon andamento dell’anno accademico.
Quest’anno – ringraziando lo sponsor Elior Ristorazione spa – il luogo di incontro è stato la città di Pienza. Con il suo fascino e soprattutto con la ricchezza dei suoi monumenti la Città è stata un richiamo e un incoraggiamento per il lavoro di promozione della cultura classica e cristiana che la Facoltà è chiamata a fermentare. La figura di Papa Pio II Piccolomini continua ad essere presente nei tanti segni che la sua persona ha lasciato come ricco patrimonio alla storia e all’intera umanità (Pienza, tra l’altro, è patrimonio dell’UNESCO).


 

Conclusi con successo i corsi estivi di lingue

Ha celebrato la Messa in italiano ed ha anche tenuto l’omelia!”. Forse queste parole di un superiore religioso che, parlando di un sacerdote della sua comunità, esprimeva la sua sorpresa e il suo compiacimento, sono il miglior commento per valutare l’efficacia dei corsi di lingua italiana che si sono tenuti dal 27 Agosto al 28 Settembre presso la nostra Università, organizzati, come di consueto, dalla Facoltà di Lettere Cristiane e Classiche.


                                                         Leggi l'articolo
 


 Nuove promozioni in Facoltà di Lettere

Anche i Professori ricevono meritate promozioni. Il Pontificium Institutum Altioris Latinitatis è lieto di porgere i più vivi rallegramenti a tre Professori che hanno ricevuto il nuovo titolo: il Prof. Mario Maritano, già Preside della Facoltà, ha conseguito il titolo di Professore Ordinario; il Prof. Roberto Spataro è stato nominato Professore Straordinario; e il Prof. Orazio Antonio Bologna è stato cooptato come Professore Stabilizzato. Ai tre Professori l’augurio di prestare con gioia e simpatia la propria collaborazione di docenza, di ricerca e di accompagnamento degli studenti!


Post occasum Urbis
Nell’anno centenario di Giovanni  Pascoli

Fresco di stampa, nella collana Veterum et Coaevorum Sapientia del Pontificium Institutum Altioris Latinitatis (editrice LAS, Roma 2012, pp. 151, 15 euro) appare un volume con una peculiare composizione del Pascoli sull’eredità culturale e letteraria di Roma antica. L’opera presenta una composizione latina del Pascoli. La traduzione italiana e le numerose note permettono di gustare la finezza di stile e di composizione latina dell’illustre Poeta. L’opera è completata anche da una concordanza verbale per cogliere più in profondità la ricchezza di vocabolario dell’Autore di cui in questo anno ricorre il centenario della morte.
 

   Leggi l'introduzione


 Litus Alaxinum

La lunga elegia, pubblicata dalla rivista latina Latinitas e premiata nell’ultimo Certamen Capitolinum con la Publica Laus, è stata concepita e scritta durante il periodo di riposo ad Alassio del prof. Orazio Antonio Bologna. Vi si focalizzano diverse situazioni, con continuo e costante richiamo sia alla leggenda sia alla vita attuale. Il Prof. Florindo Di Monaco, colto e apprezzato latinista, dopo averla letta, ha espresso il seguente giudizio: “Nell'ultimo numero di Latinitas ho ammirato e apprezzato MOLTISSIMO il tuo sublime e superbo, poeticissimo carmen dedicato ad Alassio, lo dico senza retorica, è uno dei tuoi carmina che più mi è piaciuto e mi ha toccato, una perla neoclassica intrisa di sentito e struggente lirismo. Complimenti, lo rileggo molte volte con gran piacere”.

                                                                                                              Leggi il testo dell'elegia


La conoscenza del latino aiuta il progresso?

L’attenzione verso la lingua latina è più viva che mai; anzi si può dire che ogni giorno non mancano riferimenti e attenzioni specifiche a tutto ciò che la cultura classica ha saputo racchiudere nell’arco di circa tre millenni, e ha affidato i suoi tesori alla lingua latina e greca. Lo evidenzia anche l’intervista rilasciata dal prof. Roberto Spataro (professore nella Facoltà di Lettere cristiane e classiche) al quotidiano Avvenire. Dalle sue parole traspare sia la competenza di professore, e sia l’orizzonte a livello mondiale che il suo sguardo recepisce e rilancia soprattutto in contesto di cultura italiana. E sullo stesso quotidiano tra breve ci sarà una bella sorpresa, sempre a proposito della lingua latina!

 Leggi articolo da Avvenire


 Corsi intensivi di lingua italiana, latina e greca

Puntuali, da oltre trent’anni, si svolgono i corsi estivi di lingua italiana, latina e greca. Più numerosi del solito quest’anno gli iscritti, anche in seguito ad un’esperienza promozionale iniziata per la lingua italiana fin dall’inizio del mese di luglio. Quest’anno, dal 27 agosto al 28 settembre si svolgono presso la Sede dell’Università Salesiana i corsi organizzati dalla Facoltà di Lettere Cristiane e Classiche offrendo un servizio con l’aiuto di docenti specializzati.
 

  • Lingua italiana: vari livelli secondo la necessità.
  • Lingua latina: due livelli.
  • Lingua greca: livello iniziale.

Le iscrizioni si chiudono il 27 agosto con l’inizio dei corsi. Nel giorno di sabato si organizzano visite turistiche con guide specializzate per conoscere i luoghi storicamente più interessanti dell’Urbe! Insegnamento della lingua e conoscenza della città di Roma sono due aspetti importanti per entrare nella ricchezza culturale che solo Roma nel mondo può assicurare. La sua storia e la sua millenaria cultura costituiscono un patrimonio unico nel suo genere, e un invito ad approfondire tale conoscenza!


In preparazione al 450° del Concilio di Trento

Nel 2013 ricorderemo i 450 anni dalla conclusione del Concilio di Trento (1545-1563). I suoi documenti sono stati affidati alla storia in un’elegante forma latina. Tra questi documenti si collocano anche i libri liturgici editi per volontà dello stesso concilio tra il 1568 e il 1614. Nel testo accluso il prof. Manlio Sodi offre una presentazione di tali volumi – apparsa nella rivista Phase – considerando l’edizione anastatica che in questi anni ha permesso di avere a disposizione l’editio princeps o la più recente editio typica di tale riforma.

 Leggi articolo su Phase


 


Difendere il latino: battaglia di retroguardia?

Con un titolo simile Luciano Canfora interveniva sul Corriere della Sera dell’11 giugno scorso ricordando che «solo i parvenus pensano che scienze cosiddette dure più lingua inglese bastino a formare cittadini consapevoli e ceti dirigenti capaci di pensare…». E dopo aver solo accennato che in Cina è appena terminata la stampa (latino-cinese) del Corpus iuris giustinianeo, e aver ricordato la mole di opere (incunaboli,ingua italiana, latina e greca. Più numerosi del solito quest’anno gli iscritti, anche in seguito ad un’esperienza promozionale iniziata per la lingua italiana fin dall’inizio del mese di luglio. Quest’anno, dal 27 agosto al 28 settembre si svolgono presso la Sede dell’Università Salesiana i corsi organizzati dalla Facoltà di Lettere Cristiane e Classiche offrendo un servizio con l’aiuto di docenti specializzati.
 

  • Lingua italiana: vari livelli secondo la necessità.
  • Lingua latina: due livelli.
  • Lingua greca: livello iniziale.

Le iscrizioni si chiudono il 27 agosto con l’inizio dei corsi. Nel giorno di sabato si organizzano visite turistiche con guide specializzate per conoscere i luoghi storicamente più interessanti dell’Urbe! Insegnamento della lingua e conoscenza della città di Roma sono due aspetti importanti per entrare nella ricchezza culturale che solo Roma nel mondo può assicurare. La sua storia e la sua millenaria cultura costituiscono un patrimonio unico nel suo genere, e un invito ad approfondire tale conoscenza!


In preparazione al 450° del Concilio di Trento

Nel 2 La conoscenza del latino aiuta il progresso?

L’attenzione verso la lingua latina è più viva che mai; anzi si può dire che ogni giorno non mancano riferimenti e attenzioni specifiche a tutto ciò che la cultura classica ha saputo racchiudere nell’arco di circa tre millenni, e ha affidato i suoi tesori alla lingua latina e greca. Lo evidenzia anche l’intervista rilasciata dal prof. Roberto Spataro (professore nella Facoltà di Lettere cristiane e classiche) al quotidiano Avvenire. Dalle sue parole traspare sia la competenza di professore, e sia l’orizzonte a livello mondiale che il suo sguardo recepisce e rilancia soprattutto in contesto di cultura italiana. E sullo stesso quotidiano tra breve ci sarà una bella sorpresa, sempre a proposito della lingua latina!

 Leggi articolo da Avvenire


 Corsi intensivi di lingua italiana, latina e greca

Puntuali, da oltre trent’anni, si svolgono i corsi estivi di l center"> Due studenti borsisti per apprendere il greco moderno

La collaborazione tra Chiesa Cattolica e Chiesa Ortodossa passa anche attraverso l’istituzione di borse di studio che l’Apostoliki Diakonia (Dipartimento missionario, apostolico e di editoria) della Chiesa Ortodossa di Grecia ogni anno istituisce e mette a disposizione durante l’estate. In questo mese di luglio 2012 sono due gli studenti del Pontificium Institutum Altioris Latinitatis che beneficiano dell’opportunità di una full immersion nel greco moderno. Hanno aderito all’iniziativa – giunta ormai all’VIII edizione – due studenti: Paulin Tasile Akuma, sacerdote congolese, e Marco Trizzino, laico italiano. Per la Facoltà di lettere cristiane e classiche questa è un’opportunità davvero particolare. Ed essa – anche con questo mezzo – coglie l’occasione per esprimere il grazie più vivo sia alla Chiesa Ortodossa e sia al Pontificio Consiglio per la promozione dell’Unità dei cristiani, con un auspicio che nell’estate del 2013 possano essere ancora di più gli studenti che rispondono all’offerta formativa.
        Vedi dépliant illustrativo


Latinitas sinica – Centro di latino a Pechino

Un Centro di lingua e cultura latina si è aperto recentemente a Pechino. In collaborazione con il Pontificium Institutum Altioris Latinitatis, il prof. Michele Ferrero ha dato inizio ad un’Istituzione che ha come obiettivo lo studio e la promozione della lingua latina in Cina. Lo scambio di professori tra quel Centro e il nostro Institutum permetterà di sostenere attività accademiche, ricerche specifiche, traduzioni latino-cinesi e la pubblicazione del Journal of Latin Studies in China. Segno concreto della collaborazione tra i due Centri è stata la presenza del prof. Ferrero a Roma nel mese di febbraio, e attualmente il prof. Miran Sajovic a Pechino per offrire un corso intensivo di lingua latina.                         
        Latinitas sinica inauguratio              Foto corsisti           Centro di latino a Pechino        


Contributi di professori della Facoltà in “Salesianum”

Il secondo volume del 74° anno di pubblicazioni della rivista Salesianum ospita due “studia” dei professori della Facoltà di Lettere. La rivista – Periodicum internationale trimestre editum a professoribus Pontificiae Studiorum Universitatis Salesianae – Romae – presenta in questo fascicolo il contributo di Anna Glusiuk e di Roberto Spataro. Anna Glusiuk – nuova docente invitata nella Facoltà – delinea “Note biografiche di Cristina di Markyate a proposito della prima edizione critica del testo della Vita in lingua italiana”. Si tratta di un’anteprima dell’opera che tra breve apparirà nella collana “Veterum et Coaevorum Sapientia” edita dalla LAS, ed espressione del Pontificium Institutum Altioris Latinitatis. Roberto Spataro offre un interessante contributo su “Giovanni Battista Francesia autore di teatro latino”. Si tratta dell’esame di ben sette commedie scritte in latino e pubblicate nel 1910. Lo scopo delle commedie era altamente educativo: si trattava di educare i giovani al “bello” letterario e al “vero” religioso, in una felice sintesi di finalità estetico-didascaliche.                          Leggi indice


Ritrovate 29 omelie inedite di Origene

È con ogni probabilità la scoperta del secolo quella di una filologa italiana nella biblioteca di Monaco di Baviera, annunciata dalla stessa Bayerische Staatsbibliothek. Nel pomeriggio dello scorso 5 aprile, Giovedì santo, studiando un codice bizantino dell'XI secolo, il Monacense greco 314, Marina Molin Pradel si è infatti accorta che alcune omelie sui Salmi in esso contenute corrispondevano a quelle di Origene tradotte in latino da Rufino all'inizio del V secolo. E subito dopo Pasqua, estendendo i controlli sul manoscritto, la studiosa è arrivata alla conclusione che tutte le 29 omelie contenute nel codice, finora inedite, sono del grande intellettuale cristiano.                           Leggi il commento   -   articolo di Manlio Simonetti



L’Università degli studi di Bari commemora la Veterum Sapientia

“Il latino e la Chiesa Cattolica”. Questo il titolo del ciclo di lezioni programmato dal Dipartimento di studi sul Cristianesimo antico dell’Università di Bari. La prima lezione è stata tenuta lunedì 11 Giugno dal professor Roberto Spataro della FLCC che ha illustrato il contenuto e le finalità della costituzione apostolica Veterum Sapientia. Illustri professori universitari, un vero parterre de rois,  giovani ricercatori, operatori culturali ed insegnanti di licei hanno ascoltato con interesse il professor Spataro che ha concluso il suo intervento con una perorazione in lingua latina.

                          Leggi la relazione



Il Pontificium Institutum
a servizio del latino liturgico

Arriva nelle librerie un sussidio atteso da tempo. Si tratta dei due Ordo Missae (pre e post conciliare) con il testo latino e italiano. Dopo aver curato la pubblicazione del Messalino festivo (latino italiano), ora l’Institutum offre questo sussidio edito dal Messaggero di Padova. Tra breve apparirà, edito dalla LAS, Roma, il Messalino feriale (latino-italiano). Anche con questi sussidi la Facultas si mette a servizio della lingua latina e di coloro che desiderano attraverso questi strumenti gustare meglio i contenuti teologici e spirituali racchiusi nella terminologia latina.
 

                          Presentazione di mons. Guido Marini  -   Premessa di d. Manlio Sodi -    Indice del volume              



Eco di sapori dall’antichità

Il Salone dell’Editoria Archeologica di Roma sarà presentato alla stampa lunedì 18 giugno, a partire dalle ore 10.30, in Campidoglio presso la Protomoteca, alla presenza di organizzatori, curatori, promotori e istituzioni patrocinanti. La Facoltà di Lettere cristiane e classiche è rappresentata dalla prof. Penelope Filacchione. L’evento inaugurale proseguirà con una degustazione dei sapori dell’antica Roma (invito in allegato), con la collaborazione del Gruppo Storico Romano, e si concluderà nel pomeriggio con la tavola rotonda “Vivere l’archeologia, vivere d’archeologia” e con la presentazione della II edizione degli Atti del convegno “Antropologia e Archeologia a confronto: Rappresentazioni e pratiche del sacro”.                           Leggi tutto        



20 borse di studio per latino e greco

L’Academia Vivarium Novum, con sede a Roma, è una prestigiosa istituzione culturale, come numerose attestazioni di benemerenza da parte di latinisti di fama mondiale confermano.
L’Academia offre a studenti europei degli ultimi anni di scuola superiore e a studenti universitari da ogni parte del mondo ben 20 borse di studio per un anno intensivo di studi e così ottenere una conoscenza perfetta delle lingue classiche e della letteratura latina.
Il Pontificium Institutum Altioris Latinitatis collabora molto proficuamente con l’Academia e di essa accoglie alcuni studenti che desiderano ottenere i gradi accademici. .    
                          Leggi tutto      


Il Prof. Bologna all’Università di Lublin e di Łódź
Il prof. Orazio Antonio Bologna il 15 maggio 2012 è stato invitato al convegno Paideia sive institutio moralis et civilis omnium terrarum civium, organizzato dall’Istituto di Filologia Classica dell’Università Cattolica di Lublin, in Polonia. Egli ha tenuto un’apprezzata prolusione su La formazione morale e politica del cittadino nell’insegnamento di Isocrate. Il 17 maggio è stato invitato dalla cattedra di Filologia Classica dell’università di Łódź, sempre in Polonia, per partecipare ad un incontro dal titolo Anthropeia Physis. Per l’occasione ha tenuto il discorso sul tema Il processo ad Eufileto. Lo stesso giorno, nella medesima università di Łódź, presso la cattedra di Italianistica ha tenuto un discorso agli studenti su La filosofia italiana nel Medioevo.                              Leggi:     programma


Anche Dante invita a parlare di Dio

La visita del card. Gianfranco Ravasi alla casa di Dante in Roma è stata un’occasione preziosa per rilanciare un aspetto della poliedrica figura del Sommo Poeta. Dal 1914 ogni domenica a Roma si recita qualche parte della Divina Commedia. Non per nostalgia, ma per tenere desta una vena culturale che tocca e interpella infiniti capitoli della storia e di tutto ciò che fa parte dell’umanità. Il messaggio di Dante valica il suo tempo per interpellare l’uomo di sempre. Per la Facoltà di Lettere è un dovere accogliere e rilanciare l’intervista che il Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura ha rilasciato e che è stata pubblicata dalla Rivista 30 Giorni (nn. 3-4, 2012). La sua lettura è un ulteriore invito a conoscere Dante e a valorizzarne il messaggio anche per parlare di Dio.

 

           Leggi:     testo dell'intervista

 


Secondo Certamen patristicum di Acireale (Catania)

Si è conclusa la seconda edizione del Certamen Patristicum presso il Liceo Classico “Gulli e Pennisi” di Acireale (CT). È stata un’esperienza veramente molto bella e arricchente, coronata anche da un convegno sulla agiografia greca di alto profilo scientifico.

 

           Leggi:     programma 2012        -    commento 2012


Due Professori di Latinitas all’Università di Katowice

Non è a motivo del latino ma di altre competenze specifiche che il 18 maggio vede a Katowice, all’Università della Slesia, i proff. Manlio Sodi e Corrado Calvano. La loro è una partecipazione con relazione al convegno teologico-pastorale organizzato dalla Facoltà di Teologia di quella Università, sul tema: Liturgia e Psicologia. Mentre il prof. Manlio Sodi introduce il Convegno con la relazione dal titolo “Psicologia e culto”, il prof. Calvano tratta delle “Origini sensoriali ed emozionali dell’interiorità e dell’esteriorità in liturgia”. Anche il IX Symposium Liturgicum Katovicense costituisce un modo per condividere competenze tra professori di Università molto diverse tra loro, ma comunque unite dall’obiettivo della cultura. E in questo caso anche la dimensione teologica, psicologica e pastorale costituiscono un elemento essenziale di tale interscambio.Per il prof. Manlio Sodi è questa un’esperienza che si protrae ormai da alcuni anni. La partecipazione al Convegno pastorale che la Facoltà organizza ogni anno nel mese di maggio è un appuntamento fisso. Questa condivisione di competenze ha avuto il suo vertice lo scorso anno accademico quando il prof. Sodi è stato invitato come Visiting Professor in quella Facoltà per tenere un corso attorno al tema: Scripturarum capere sacramentum (cf link Dispense).

           Leggi: programma        -     relazione prof. Sodi     -    relazione prof. Calvano


La Penitenza tra I e II millennio

La cattedra di letteratura latina medievale del Pontificium Institutum Altioris Latinitatis saluta l’annuncio del volume che traccia la storia della Penitenzieria Apostolica nel tempo che scorre tra il I e il II millennio («Monumenta Studia Instrumenta Liturgica» 65, Lev 2012). Nel rinviare a numerose fonti medievali, l’opera costituisce un incoraggiamento ad immergersi nella lingua latina (e anche in quella “thiotisca”!) per cogliere “capitoli” di una letteratura che ha caratterizzato la vita della Chiesa e la riflessione teologica. È quanto emerge dalla Presentazione al pubblico dell’opera (realizzata il 3 maggio), insieme al volume di A. Saraco: La Penitenzieria apostolica e il suo archivio (Lev, 2012).


                    Leggi:  Introduzione al volume                                     Leggi:  Indice del volume


La latinitas nell’opera liturgica di san Pio V

Agli appassionati di latinitas la memoria liturgica di san Pio V fa ricordare il Breviarium e il Missale editi nel 1568 e nel 1570. Si tratta dell’editio princeps che è stata appena riedita nella collana “Monumenta Liturgica Concilii Tridentini” dalla Libreria Editrice Vaticana, allo scopo di favorire la conoscenza delle fonti liturgiche attraverso la riproduzione anastatica dell’originale. Il testo che segue – apparso in Rivista Liturgica 95/1 (2008) – aiuta a verificare il percorso del Missale dall’edizione del 1474 a quella del 1962.


                    Leggi la presentazione
 


Fu proprio Nerone ad incendiare Roma?

Sulla responsabilità di Nerone come autore dell’incendio di Roma si continua a discutere. E forse se ne parlerà ancora per chi sa quanto tempo! Il prof. Mauro Pisini, docente di composizione latina nel Pontificium Institutum Altioris Latinitatis, ha pubblicato un interessante articolo nel numero di aprile di History Italia: “Nerone incendiario? Non è detto”. Rifacendosi a Tacito, l’Autore fa riemergere tanti dubbi provocando coloro che avevano interesse a distruggere la città per ricostruirla ex novo. Mentre ringraziamo l’Editore della Rivista ci congratuliamo per il testo che ci offre un’appassionante e precisa lettura!
                    Leggi tutto


La “Veterum Sapientia” ricordata in Costa Rica

Un evento accademico importante ha caratterizzato la vita del Seminario nazionale “Nuestra Señora de Los Ángeles” di San José di Costa Rica: la commemorazione della Veterum Sapientia! Destinata agli studenti del Seminario, la lectio della Dra. Flavia M. Siercovich Bartoli ha posto in evidenza il rapporto tra latino classico e volgare come base degli idiomi neolatini, ma anche come chiave per comprendere il latino medievale che poi ha influito nella spiritualità e nella vita culturale dell’Occidente.
                    Leggi il testo nell’originale spagnolo


"Lingua morta" a chi?

Intervista a d. Roberto Spataro, docente di Letteratura Cristiana antica e segretario della Facoltà di lettere cristiane e classiche, pubblicata sul Bollettino Salesiano, aprile 2012
               Leggi tutto


“Lex et religio in età tardoantica”

 

Si apre giovedì 10 maggio sotto la presidenza del cardinale Prosper Grech il XL incontro di studiosi dell'antichità cristiana all' Istituto Patristico Augustinianum, incontro che quest'anno ha come tema “Lex et religio in età tardoantica”. Gli Incontri dell’Augustinianum raccolgono annualmente oltre duecento studiosi di cristianistica provenienti da atenei ecclesiastici e civili di ogni parte dell’Europa, in particolare dagli atenei italiani. Si tratta d’incontri interdisciplinari sul cristianesimo antico, privilegiando un tema particolare, quest’anno l’ambito giuridico della legislazione imperiale romana a contatto con le fonti e la tradizione della religione cristiana.

 


           Leggi:     introduzione     -      programma

 


Costantino Il Grande - Alle radici dell’Europa


Sotto questo titolo nei giorni 18-20 aprile si svolge il Convegno internazionale nel ricordo del 1700° anniversario della Battaglia di Ponte Milvio e della conversione di Costantino. Il Convegno avrà un successivo sviluppo il prossimo anno a Milano quando sarà ricordato l’anniversario dell’Editto. Segnaliamo l’evento culturale sia per ciò che la data ha comportato per la storia e la cultura europea, e sia per mettere a disposizione dei lettori la prolusione di S.E. Mons. Enrico dal Covolo, Rettore della Pontificia Università Lateranense e professore emerito della nostra Facoltà.  
                                                                                                        Leggi tutto


Dizionario etimologico etnografico grosino


È stato presentato a Grosio (Sondrio) il Dizionario etimologico etnografico grosino (DEEG) di Gabriele Antonioli (a cui è dovuta la sezione di raccolta del materiale linguistico e culturale) e Remo Bracchi (che ha curato la sezione di interpretazione etimologica ed etnografica). Esce come volume VIII della serie dell’IDEVV – Istituto di Dialettologia e di Etnografia Valtellinese e Valchiavennasca – diretto da Remo Bracchi.

                                                                                                 Leggi tutto


Cicero docet, etiam hodie!

Il supplemento del Sole 24 Ore ogni domenica mette a disposizione di una vasta cerchia di lettori tante informazioni culturali.
Nel numero della domenica di Pasqua ha ospitato un intervento di Maria Bettetini a proposito di una recente edizione del De Officiis di Marco Tullio Cicerone. Si tratta dell’edizione curata da G. Picone e R.R. Marchese – testo latino a fronte – edito da Einaudi.
Contro la corruzione dilagante il grande oratore spiega i doveri che l’uomo ha verso se stesso e verso la società. Un testo quanto mai attuale!     

                                                 Leggi tutto


La Pasqua e il Calendario Gregoriano

Ogni anno la data della Pasqua oscilla secondo un computo particolare. Il problema della misurazione del tempo è attuale in ogni cultura e in ogni tempo. Anche la liturgia cristiana ha un suo modo di misurare lo scorrere delle stagioni. In prossimità della Pasqua il tema del Calendario è stato oggetto di un’interessante conferenza che il Preside del Pontificium Institutum, Altioris Latinitatis ha tenuto presso il Centro di Studi Sorani (Sora, Frosinone). A partire dal volume che porta la prefazione di Antonino Zichichi (Messaggero, Padova) è stato sottolineato il fascino e il richiamo della Pasqua fra astronomia e culto. Per l’interesse del documento riportiamo in traduzione italiana la Bolla con cui Gregorio XIII il 24 febbraio 1582 stabilì il cambio del calendario che da lui prende appunto il nome di “gregoriano”.
                                                                              Leggi tutto


Dies Latinitatis vivae

Il 24 e 25 marzo presso il Campo Teutonico, in Vaticano, si sono tenute due giornate di studio organizzate dall’Istituto romano della Görres-Gesellschaft: Dies Latinitatis vivae. Accademici provenienti dalla Germania e dall’Italia hanno discusso di vari temi inerenti la storia, la civiltà e la filologia antica, esprimendosi rigorosamente in un ottimo e fluente latino. La Facoltà di Lettere Cristiane e Classiche era rappresentata dai professori Antonio Bologna, Mauro Pisini e dal professor Biagio Amata, già Preside-Decano, i cui interventi sono stati ampiamente apprezzati da tutti i partecipanti.
                                       Interventi: prof. Biagio Amata        prof. Antonio Bologna        prof. Mauro Pisini


Buona Pasqua
nel Signore Morto e Risorto

 

Diebus quibus piissima colitur memoria
operis quod Servator perfecit
humani generis reconciliandi causa
hunc inspicientibus situm
Facultatis sodales
omnia bona faustaque
comiter exoptant
                                                                           

 


Dies Latinitatis vivae

Il 24 e 25 marzo presso il Campo Teutonico, in Vaticano, si sono tenute due giornate di studio organizzate dall’Istituto romano della Görres-Gesellschaft: Dies Latinitatis vivae. Accademici provenienti dalla Germania e dall’Italia hanno discusso di vari temi inerenti la storia, la civiltà e la filologia antica, esprimendosi rigorosamente in un ottimo e fluente latino. La Facoltà di Lettere Cristiane e Classiche era rappresentata dai professori Antonio Bologna, Mauro Pisini e dal professor Biagio Amata, già Preside-Decano, i cui interventi sono stati ampiamente apprezzati da tutti i partecipanti.
                                      Interventi: prof. Biagio Amata        prof. Antonio Bologna        prof. Mauro Pisini


Viaggio di studio a Pompei, Oplonti e Napoli

Il Pontificium Institutum Altioris Latinitatis ha organizzato  il 23-24 marzo 2012 un viaggio di studio agli scavi archeologici di Pompei, alla villa di Poppea a Oplonti, al Museo Archeologico di Napoli.

Programma         foto          relazione


Il latino a servizio della cultura filosofica

Si è svolto a Roma nei giorni 21-25 marzo, un incontro di Presidi dei Centri di studi filosofici affiliati e aggregati alla Facoltà di Filosofia dell’Università Salesiana. Tra le varie tematiche oggetto dell’incontro è stato riservato un ampio spazio per un duplice intervento del Preside e del Segretario della Facoltà di Lettere Cristiane e Classiche. Il Prof. D. Manlio Sodi ha risposto all’interrogativo: Studiare latino (e greco): per quale formazione culturale? Il Prof. D. Roberto Spataro, sotto il titolo “Quomodo Latinus sermo doceri possit” ha presentato gli Elementi per una proposta d’insegnamento e dell’apprendimento del latino. Preparare persone che sappiano insegnare nel contesto della formazione filosofica è uno degli obiettivi del Pontificium Institutum Altioris Latinitatis.
    Leggi: relazione Sodi                      relazione Spataro   


In memoriam - Prof. Don Antonio Baruffa (1938-2012)

Nel tardo pomeriggio del 20 marzo 2012 il prof. Don Antonio Baruffa SDB ha terminato il suo percorso terreno per iniziare quello eterno nell’abbraccio della misericordia infinita di Dio. E il suo percorso è finito proprio alle Catacombe di san Callisto che erano sempre state l’oggetto della propria passione di archeologo, guida e studioso. La Facoltà di Lettere cristiane e classiche è in lutto per la perdita di un validissimo professore che per tanti anni aveva messo a disposizione degli studenti e dei colleghi la propria competenza fino al presente anno accademico. Il Signore sia la sua più grande ricompensa!
                        Leggi profilo biografico        Omelia esequiale


Nel 50° della Veterum Sapientia
l'Accademia Vivarium Novum
Presenta in due filmati:
  Ad Phyllidem   e    Ille mi par  (vai al link)


Latino è bello, nonostante la riforma

Giorni caratterizzati da open day quelli del mese di marzo. Anche la Facoltà di Latinitas ha attivato le proprie energie per offrire informazioni sicure a tutti coloro che intendono tuffarsi nella classicità romana e greca e nella latinità di ogni tempo, oggi compreso. Venerdì 16 marzo un inaspettato quanto prezioso articolo sul Corriere della Sera (pag. 49 “Terza Pagina”) ridesta l’attenzione sulle “ore di scuola ridotte da noi” mentre c’è “un boom di richieste dall’America” e non solo! Al centro dell’articolo è l’intervista al prof. Luigi Miraglia, docente nella nostra Facoltà.
Leggi tutto


Open day di orientamento
 

Venerdì 16 marzo alle ore 10 nell'atrio dell'Università Salesiana troverai ad attenderti studenti e professori, potrai assistere a qualche lezione, visitare la struttura e porre tutte le domande che desideri sui nostri programmi, sul sistema di tutorato e sugli sbocchi professionali.


Leggi tutto


Il “maestro” nell’antichità

Docere et discere. La figura del Maestro nella formazione scolastica del mondo antico pagano e cristiano
a cura di M. Maritano - M. Sajovic per la collana Veterum et Coaevorum Sapientia



Il sacerdozio nel paganesimo e nel cristianesimo


Sacerdozio pagano e sacerdozio cristiano
a cura di M. Maritano - M. Sajovic per la collana Veterum et Coaevorum Sapientia



lettera di Sua Santità Benedetto XVI

programma del convegno

slideshow del convegno


 


 

 
Università Pontifica  Salesiana
Facoltà di Lettere Cristiane e Classiche
Pontificium Institutum Altioris Latinitatis
Piazza Ateneo Salesiano 1 - 00139 Roma
Tel. + 39 06 872901
 contatto mail